Evento S.S. il XIV DALAI LAMA

Sua Santità il XIV Dalai Lama ha amorevolmente accettato l’invito di visitare l’Istituto Lama Tzong Khapa di Pomaia e di conferire insegnamenti nella città di Livorno nei giorni 14 e 15 giugno 2014.continua a leggere...>

Sua Santità il XIV Dalai Lama ha amorevolmente accettato l’invito di visitare l’Istituto Lama Tzong Khapa di Pomaia e di conferire insegnamenti nella città di Livorno nei giorni 14 e 15 giugno 2014.

Insegnamento di Kiabje Lama Zopa Rinpoche

Dopo gli straordinari insegnamenti di Sua Santità il Dalai Lama, avremo la fortuna di continuare a ricevere grandi benedizioni dalle parole di Kiabje Lama Zopa Rinpoche, che protrarrà il suo periodo di permanenza all'Istituto oltre la visita di Sua Santità, fino al 29 giugno compreso.continua a leggere...>

Dopo gli straordinari insegnamenti di Sua Santità il Dalai Lama, avremo la  fortuna di continuare a ricevere grandi benedizioni dalle parole di Kiabje Lama Zopa Rinpoche, che protrarrà il suo periodo di permanenza all
CALENDARIO
<h3>VEN. GHESCE THUBTEN SHERAB</h3><h4>Giorno inizio: martedì 4 novembre 2014</br>Giorno fine: mercoledì 5 novembre 2014</h4><h4>Il nostro essere legati all’esistenza ciclica può essere spiegato attraverso i dodici anelli del sorgere dipendente. Il primo è l’ignoranza, l´incapacità di riconoscere la mancanza di un sé della persona e l’afferrarsi con forza ad esso come se fosse esistente in un modo a sé stante, mentre un tale sé non esiste. Per tagliare le radici dell’esistenza ciclica e porre fine alle rinascite dobbiamo comprendere la mancanza di esistenza intrinseca.</h4>

I DODICI ANELLI DEL SORGERE DIPENDENTE

VEN. GHESCE THUBTEN SHERAB

Giorno inizio: martedì 4 novembre 2014
Giorno fine: mercoledì 5 novembre 2014

Il nostro essere legati all’esistenza ciclica può essere spiegato attraverso i dodici anelli del sorgere dipendente. Il primo è l’ignoranza, l'incapacità di riconoscere la mancanza di un sé della persona e l’afferrarsi con forza ad esso come se fosse esistente in un modo a sé stante, mentre un tale sé non esiste. Per tagliare le radici dell’esistenza ciclica e porre fine alle rinascite dobbiamo comprendere la mancanza di esistenza intrinseca.

EVENTI
<h4>Giorno: sabato 25 ottobre 2014</h4><h4>La felicità non risiede negli oggetti di cui ci circondiamo, nelle persone con cui entriamo in relazione o negli eventi che quotidianamente ci si propongono. La felicità è nella mente di chi la contempla.</h4>

Presentazione corso di meditazione

Giorno: sabato 25 ottobre 2014

La felicità non risiede negli oggetti di cui ci circondiamo, nelle persone con cui entriamo in relazione o negli eventi che quotidianamente ci si propongono. La felicità è nella mente di chi la contempla.

Copyright ©2014 Sabsel Thekchok Ling - Corso Torino, 19/1b 16129 Genova (Italy)